Recensione del libro “Il Metodo Wahls” » Elena Ferroli

Recensione del libro “Il Metodo Wahls” » Elena Ferroli

Condividi:

Elena Ferroli

Elena Ferroli

Recensione del libro Il Metodo Wahls

Guest Post del Blog Vivere Paleo

Salve ragazzi!

Oggi voglio condividere con voi il mio pensiero su questo libro.
Non lo definirei un semplice libro ma un vero e proprio pozzo di informazioni preziose per il nostro organismo.

L’autrice, Terry Lynn Wahls, è un ex medico, assistente capo dello staff dell’Amministrazione sanitaria dei veterani di Iowa City ed è professoressa clinica di medicina all’Università dello Iowa.
L’autrice, nella triplice veste di medico, ricercatrice e paziente affetta da sclerosi multipla, racconta come ha “sconfitto” la malattia grazie ad una corretta alimentazione.

Terry_Wahls

Il libro espone un metodo alimentare volto alla prevenzione delle malattie autoimmuni e non solo. La dottoressa, ha creato un proprio protocollo alimentare denominato appunto “metodo Wahls” che abbinata alla Paleodieta, aiuta le persone affette da malattie autoimmuni (in questo caso, specificatamente per la Sclerosi Multipla) ad effettuare una prevenzione o addirittura un attacco diretto per cercare di far regredire o comunque non far avanzare i sintomi degenerativi tipici di una malattia autoimmune.

Vuoi approfondire? Leggi anche: Che cos’è il Protocollo Autoimmune Paleo (AIP)? » PaleoAdvisor

La dottoressa Wahls espone sapientemente la parte medica e anche fisica e biologica del funzionamento del nostro organismo, spiegando perfettamente come influisce il cibo, che ingeriamo, nel nostro corpo. Ci insegna una strategia chiara e coincisa, accompagnata da una svariata documentazione scientifica e supportata da prove effettuate da lei stessa e sui suoi pazienti, modificando stile di vita e alimentazione, aiutando chiunque a fare qualcosa di concreto per migliorare il proprio stato di salute.

Uno dei messaggi principali del libro è che la chiave di qualsiasi miglioramento dello stato di salute parte dal potenziamento dell’energia cellulare e mitocondriale.

I mitocondri sono, infatti, vere e proprie centraline energetiche che si trovano all’interno delle nostre cellule, producono il “carburante” necessario che serve al nostro corpo per funzionare.

Come lei stessa scrive:

Il nutrimento cellulare proviene dal cibo che mangiamo. Il carburante necessario alle cellule per portare avanti la chimica della vita, proviene dagli alimenti che ingerite. Ciò che mangiamo ha un ruolo di spicco nel determinare il corretto funzionamento dell’organismo, la probabilità di esprimere o meno le predisposizioni genetiche, l’eventuale insorgenza di patologie croniche e la capacità di recuperare le funzionalità compromesse da una malattia. Se versate zucchero nel serbatoio di un auto, l’auto non funzionerà. Se mancano metà dei componenti necessari all’assemblaggio di un giocattolo, il giocattolo non funzionerà. Non è di certo un’idea rivoluzionaria, ma, per qualche motivo, tendiamo a dimenticarcene quando si tratta delle cellule del nostro corpo.”

 

Leggendo questo libro, ho trovato continua conferma su quello che sto già facendo. Leggendo alcune testimonianze di pazienti, che hanno iniziato a seguire il Metodo Wahls o la Paleodieta, mi ci sono rivista pienamente. Ho ripensato agli anni in cui stavo malissimo, a quando avevo l’asma e intolleranze e psoriasi (malattie autoimmuni) a quando ero costantemente stanca, spossata, depressa e demotivata, e che ora, grazie a questa dieta, sono riuscita a riprendere in mano la mia vita, e ad essere attiva e in forma e soprattutto più felice!

» Leggi la storia di Elena tra le nostre testimonianze 

Il libro è di facile lettura, non ci sono terminologie troppo difficili e la dottoressa spiega il tutto in modo molto semplice ed è di facile comprensione.

A prescindere che stiate lottando la Sclerosi Multipla o una qualsiasi altra malattia autoimmune, vi consiglio vivamente di leggere questo libro, anche solo per migliorare il vostro stato di salute o per ritrovare nuova energia o semplicemente per prendervi cura di voi stessi.

Io l’ho acquistato qui.


Condividi:

post a comment