Coenzima Q10, integratore antiossidante necessario? » Christopher Clark

coenzima q10 antiossidante controindicazioni

Coenzima Q10, integratore antiossidante necessario? » Christopher Clark

Condividi:

Coenzima Q10, integratore antiossidante necessario?

Il Coenzima Q10 (CoQ10) è uno degli integratori antiossidanti più consumati, ma secondo una ricerca pubblicata di recente, il CoQ10 non funziona come comunemente si crede. 

All’inizio di questo mese, un team di ricercatori guidato dal professor Siegfried Hekimi della McGill University (Canada) ha pubblicato le sue straordinarie scoperte su Nature Communications [1]. In particolare, hanno dimostrato che il CoQ10 non si comporta come antiossidante e, quindi, non dovrebbe essere commercializzato come integratore anti-invecchiamento.

Questo significa cattive notizie per il mercato in rapida crescita del CoQ10, ma buone notizie per le persone sinceramente interessate a migliorare la salute. Un rapporto di ricerca di mercato pubblicato di recente suggerisce che il mercato globale del CoQ10 raddoppierà quasi entro il 2020, raggiungendo una cifra stimata di 850 milioni di dollari. Questi soldi sarebbero spesi molto meglio in cibo sano, che fornisce molti antiossidanti.

Il professor Hekimi ha spiegato:

I nostri risultati mostrano che uno dei principali integratori antiossidanti anti-invecchiamento utilizzati dalle persone non può assolutamente agire come si credeva in precedenza. Gli integratori alimentari costano un sacco di soldi ai pazienti di tutto il mondo, soldi che sarebbero spesi meglio in cibo sano. Inoltre, la speranza di una soluzione rapida rende le persone meno motivate a intraprendere adeguati cambiamenti nello stile di vita [2]”.

Il CoQ10 è una sostanza simile ai lipidi che si trova naturalmente in tutte le cellule del corpo. I mitocondri cellulari usano il CoQ10 per creare energia dall’ossigeno e da vari nutrienti. Oltre a questo ruolo vitale, si pensava che il CoQ10 si comportasse anche come antiossidante, posizionandosi quindi come integratore anti-invecchiamento.

I ricercatori hanno sperimentato un ceppo di topi incapaci di produrre quantità adeguate di CoQ10 endogeno e, quindi, che necessitavano di integratori. Come previsto, in assenza di integrazione, quei topi hanno sofferto di gravi malattie e morte prematura a causa del ruolo vitale del CoQ10 nella produzione di energia. Sorprendentemente, tuttavia, gli scienziati non hanno osservato segni di elevato danno ossidativo quando l’integrazione è stata sospesa. Questa mancanza di danni, hanno determinato, non era dovuta allo spiegamento di altre strategie antiossidanti. Alla fine, hanno concluso che il CoQ10 non è un antiossidante.

Questo studio sottolinea un problema più ampio e più importante rispetto agli integratori, in particolare agli integratori antiossidanti. Oltre ad essere semplicemente inefficaci, come il CoQ10, gli integratori antiossidanti (o quelli commercializzati come tali) possono effettivamente danneggiare la tua salute

Il Dr. Cordain ha scritto ampiamente su numerosi studi randomizzati controllati e meta-analisi che mostrano che questi prodotti aumentano effettivamente la mortalità per tutte le cause. Ad esempio, una meta-analisi del 2007 che comprendeva 67 studi randomizzati controllati (232.606 partecipanti) ha determinato che l’integrazione di antiossidanti con vitamina E o vitamina A aumenta i tassi di mortalità complessivi [3].

Per la maggior parte delle persone, gli unici integratori Dr. Cordain raccomanda (se li raccomanda) sono l’olio di pesce e la vitamina D

Leggi anche: Omega 3 DHA perché è importante? » David Perlmutter

E, mentre lo studio pubblicato di recente mostra che il CoQ10 non è un antiossidante, potresti chiederti se sia un integratore utile basato sul ruolo del CoQ10 nella produzione di energia. Questa è una domanda valida, ma la risposta è molto semplice e diretta. Consumando una dieta Paleo sana, le tue cellule avranno tutto il CoQ10 di cui hanno bisogno

Il Dr. Cordain sottolinea inoltre che carne, pollame e pesce sono fonti concentrate di CoQ10 naturale.

L’integrazione è un gioco pericoloso perché i nutrienti possono essere facilmente consumati in modo eccessivo e nelle proporzioni sbagliate rispetto ad altri nutrienti. Il cibo vero non comporta questo problema. Ecco perché la Paleo Diet enfatizza il cibo mentre scoraggia ampiamente gli integratori.

Autore: Christopher Clark, entrepreneur, food writer, and business owner with years of experience in The Paleo Diet world.

Fonte originale in inglese: https://thepaleodiet.com/new-study-casts-further-doubt-on-anti-aging-supplements

Referenze:

[1] Wang Y, et al. (Mar 2013). Mitochondrial function and lifespan of mice with controlled ubiquinone biosynthesis. Nature Communications, 6(6393).
[2] McGill University. (Mar 6, 2015). Popular antioxidant likely ineffective, study finds. ScienceDaily.
[3] Bjelakovic G, et al. (Feb 2007). Mortality in randomized trials of antioxidant supplements for primary and secondary prevention: systematic review and meta-analysis. JAMA, 297(8).


Condividi:

post a comment